ULTIME NOTIZIE  
ARCHIVIO
NEWS
 
NEWS

13/11/2014
NOMINATI IL CONSIGLIO DIRETTIVO E IL COMITATO SCIENTIFICO DI ERMITGE ITALIA, IL CENTRO DI STUDI E RICERCHE CHE HA SEDE A VENEZIA

Venezia 11/11/2014


Il Comune di Venezia e la Fondazione Musei Civici di Venezia con la nomina degli organi statutari, nei giorni scorsi, hanno dato piena operatività a Ermitage Italia, il centro di studi e ricerche costituito ufficialmente a maggio a Venezia - con sede presso le Procuratie Vecchie in Piazza San Marco - sulla base degli accordi siglati tra la Città lagunare e il Museo Statale Ermitage al vertice bilaterale italo-russo, tenutosi quest'anno a Trieste: unico accordo culturale firmato sotto l’egida e con il sostegno dei due Governi.


Vengono a comporre il Consiglio Direttivo di Ermitage Italia - 'filiale' del Museo Statale Ermitage che quest'anno festeggia i 250 anni dalla sua nascita - il Commissario prefettizio Vittorio Zappalorto in funzione di Sindaco di Venezia, il presidente della Fondazione Musei Civici di Venezia Walter Hartsarich, l’avvocato Antonio Iannotta e Pierpaolo Baretta Sottosegretario all’Economia.


Di grande prestigio il Comitato Scientifico, presieduto dal Direttore Generale del museo di San Pietroburgo Michail Piotrovsky, in cui fa il suo ingresso anche il Direttore dei Musei civici veneziani Gabriella Belli, accanto a Irina Artemieva e Francesca Cappelletti - queste ultime confermate Direttrici Scientifiche - Cristina Acidini, Sergej Androsov, Andrea Emiliani, Gabriele Finaldi, Sergei Karpov, Vladimir Matveyev, Antonio Paolucci, Giuseppe Pavanello e George Vilimbakhov.


Segretario Generale di Ermitage Italia è Maurizio Cecconi , amministratore delegato di Villaggio Globale International, società partner del Museo Statale Ermitage in Italia.


Il centro svilupperà, tra l’altro, attività di collaborazione scientifica e importanti ricerche sui rapporti storico artistici tra Italia e Russia, tramite borse di studio quale fondamentale sostegno alla ricerca innovativa e allo scambio internazionale nel nostro Paese (oltre 100 quelle assegnate negli anni scorsi a Ferrara) e attraverso la catalogazione delle opere d'arte italiana conservate all'Ermitage, con la pubblicazione di preziosi cataloghi tematici in italiano e russo che consentono un fondamentale ampliamento nella conoscenza del nostro patrimonio.


Per le sue attività Ermitage Italia conterà in maniera diretta anche dell’intervento e del mecenatismo di aziende e  stituzioni private.


Attualmente è in corso di pubblicazione, con Skira editore, il volume che propone la catalogazione completa della scultura italiana dei secoli XVII- XVIII dell’Ermitage - “Da Bernini a Canova” - curato da Sergey Androssov, con 316 opere censite e studiate. Un’opera fondamentale che si viene ad aggiungere ai cataloghi della scultura italiana dal XIV al XVI secolo, della pittura italiana del Seicento e di quella dal XIII al XVI secolo.



 
continua

.:: Ermitage Italia - Conferenza Stampa a Venezia (da sinistra a destra) Francesca Cappelletti, storica dell'arte e co-direttrice Ermitage Italia - Walter Hartsarich, Presidente della Fondazione Musei civici di Venezia - Michail Piotrovskij, Direttore del Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo - Giorgio Orsoni, Sindaco di Venezia - Maurizio Cecconi, AD Villaggio Globale International e Segretario Generale Ermitage Italia - Irina Artemieva, Conservatrice della pittura veneta al Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo e co-direttrice Ermitage Italia.

.:: Ermitage Italia - Conferenza Stampa a Venezia (da sinistra a destra) Francesca Cappelletti, storica dell'arte e co-direttrice Ermitage Italia - Walter Hartsarich, Presidente della Fondazione Musei civici di Venezia - Michail Piotrovskij, Direttore del Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo - Giorgio Orsoni, Sindaco di Venezia - Maurizio Cecconi, AD Villaggio Globale International e Segretario Generale Ermitage Italia - Irina Artemieva, Conservatrice della pittura veneta al Museo Statale Ermitage di San Pietroburgo e co-direttrice Ermitage Italia.  ::. 20/05/2014
ERMITAGE ITALIA DIVENTA OPERATIVO A VENEZIA

DALLE PROCURATIE VECCHIE IN PIAZZA SAN MARCO, SEDE DI ERMITAGE ITALIA, IL SINDACO DI VENEZIA E IL DIRETTORE DEL MUSEO STATALE ERMITAGE ANNUNCIANO I PRIMI PROGRAMMI DEL CENTRO STUDI E I PROGETTI DEL MUSEO DI SAN PIETROBURGO, PER I SUOI 250 ANNI, LEGATI ALL’ARTE MODERNA E CONTEMPORANEA.


Dopo gli accordi internazionali siglati nei mesi scorsi tra il Comune di Venezia e il Museo Statale Ermitage, prima a San Pietroburgo e poi, il 26 novembre 2013, a Trieste nell’ambito del vertice bilaterale Italia Russia – unico accordo culturale firmato sotto l’egida e dunque con il sostegno dei due Governi – Ermitage Italia ha assunto ora piena operatività nella città lagunare con la costituzione, lunedì 19 maggio 2014, del Comitato Ermitage Italia.
Venezia dunque accoglie la 'filiale' italiana del Museo di San Pietroburgo - centro di studi e ricerche sull’arte italiana all’Ermitage e sui rapporti artistici e culturali tra Italia e Russia - stringendo una prestigiosa alleanza con uno dei più importanti e grandi musei al mondo: un museo universale che vanta un patrimonio di circa 3 milioni d’opere d’arte di tutti i tempi e di tutte le culture, con capolavori assoluti d’arte italiana; un museo che, proprio come Venezia, mostra di volersi confrontare con le istanze culturali e i fermenti artistici più attuali, avviando - in anticipo rispetto a molti omologhi europei – uno straordinario processo di apertura e
attenzione anche nei confronti dell’arte contemporanea.



 
continua

.::  ::. 19/07/2013
18/07 SAN PIETROBURGO: FIRMATO OGGI ACCORDO TRA CITTA' DI VENEZIA E MUSEO ERMITAGE PER CENTRO SCIENTIFICO CULTURALE 'ERMITAGE ITALIA A VENEZIA'

SIGLATO A SAN PIETROBURGO L’ACCORDO TRA LA CITTA’ DI VENEZIA E IL MUSEO STATALE ERMITAGE PER LA COSTITUZIONE A VENEZIA DEL CENTRO SCIENTIFICO CULTURALE 'ERMITAGE ITALIA'

San Pietroburgo, giovedì 18 luglio 2013
E’ stato firmato ufficialmente oggi, giovedì 18 luglio a San Pietroburgo, dal Sindaco di Venezia Giorgio Orsoni e dal Direttore del Museo Statale Ermitage Michail Piotrovsky, il Protocollo d’Intesa per la costituzione del Centro Scientifico Culturale 'Ermitage Italia' con sede a Venezia.


Un accordo siglato nelle prestigiose sale del Museo affacciato sulla Neva, con il quale il Comune di Venezia e il Museo Ermitage hanno confermato 'la volontà e la scelta che le attività scientifiche culturali e organizzative della Fondazione Ermitage Italia' - che ha avuto sede a Ferrara nei precedenti cinque anni – 'si rinnovino attraverso la costituzione del Centro Scientifico e Culturale 'Ermitage Italia' di cui il Comune di Venezia sia Promotore'.

Gli storici rapporti culturali e le affinità elettive tra una delle principali capitali culturali internazionali e il più grande museo al mondo trovano dunque ora consistenza in un progetto di grande respiro culturale che lega Venezia e San Pietroburgo. Si rievocano e si rinsaldano i legami d’arte, storia e cultura che da sempre hanno accompagnato le relazioni
tra la Città più amata da Pietro il Grande –che giunse in incognito in laguna nel 1696 per 'carpire' suggestioni e idee nella costruzione della 'sua' città ideale  – e la cosiddetta 'Venezia del Nord'.



 
continua

.::  ::. 19/07/2013
13,14,15 SETTEMBRE- TORNA IL'SI FEST' A SAVIGNANO SUL RUBICONE - MAX PAM, ROMAN BEZJAK, JOACHIM SCHMID, ELIO LUXARDO; JACOPO BENASSI, ECC GRANDI FOTOGRAFI E ANTEPRIME NAZIONALI; DIBATTITI E INCONTRI; NOTTE BIANCA DELLA FOTOGRAFIA:

'SPECIE DI SPAZI '

SI FEST#22


Uno spazio collettivo in cui incontrare i grandi protagonisti della fotografia contemporanea come Max Pam, Roman Bezjak e Joachim Schmid, guardare ai maestri del passato come Elio Luxardo, discutere, scoprire, imparare, sognare, respirare 'fotografia'.

Savignano sul Rubicone –  13 – 14 – 15 settembre 2013


Spazio e Fotografia.
L’immagine fotografica esplora lo spazio, lo inventa nella disposizione di sequenze calibrate, lo contamina, lo rappresenta, lo trasforma.
Spazio essa stessa -  in senso fisico e mentale – la fotografia interagisce con lo spazio temporale, con quello dei luoghi, dei siti, dell’anima.


Sarà proprio questo stimolante rapporto a connotare - il 13, 14 e 15 settembre 2013 -  la 22° edizione del SI Fest a Savignano sul Rubicone: primo Festival della Fotografia in Italia per nascita, uno dei più accreditati tra i cultori della fotografia in Italia e all’estero e, soprattutto, uno degli appuntamenti più amati dal pubblico giovanile,
per il suo sapore informale, l’internazionalità delle presenze, l’altissimo livello delle mostre molte delle quali presentate in anteprima in Italia,
ma anche per l’apertura alle nuove proposte con concorsi, premi, workshop, atelier, letture di portfolio e book fotografici in piazza, la 'notte bianca della fotografia'.

Riprendendo dunque il titolo 'Specie di Spazi' da un caleidoscopico saggio di George Perec e rifacendosi ad alcune delle categorie indagate dal famoso scrittore – spazio vissuto, spazio libero, spazio critico, spazio immaginario, spazio verde, spazio onirico, i grandi spazi, spazio ordinato, ecc. - l’edizione 2013 del Festival, curata da Massimo Sordi e Stefania Rössl, proporrà una successione di aree tematiche, tutte riferibili alla fotografia, che indagano il termine spazio.


Valorizzando le relazioni di continuità tra spazio artistico e urbano, spazio transitorio e consolidato, con una serie di percorsi tematici che s’intersecano tra le vie della città, le tre giornate del Festival consacrano Savignano alla fotografia nelle sue differenti manifestazioni artistiche, generando uno speciale 'spazio condiviso' in cui riflettere su tale concetto 'come termine assoluto, 'dimensione percepita dall’individuo attraverso uno sguardo puro diretto al mondo'.




 
continua

.::  ::. 02/07/2013
LE FOTOGRAFIE DI MATTEO CARASSALE E LE SCULTURE DI STEFANO BOMBARDIERI IN UNA MOSTRA SPETTACOLARE SUL VIAGGIO A VILLA REGINA MARGHERITA - BORDIGHERA. 'POUR LE PLAISIR DES YEUX'

Bordighera – Villa Regina Margherita
13 luglio-30 settembre 2013



Il viaggio in quanto itinerario, esperienza reale e mataforica, è al centro di una spettacolare mostra che fa dialogare le fotografie intense di Matteo Carassale e le gigantesche, sorprendenti sculture di Stefano Bombardieri.
In un gioco di rimandi, pieno di sorprese.  



Nel vasto panorama dell’arte, Villa Regina Margherita a Bordighera, sede amata dell’ultima regina d’Italia e oggetto di un recente, splendido restauro, si è affermata come importante punto di riferimento, grazie alla sua esposizione permanente – costituita da un nucleo di oltre 1200 pezzi della prestigiosa collezione Terruzzi tra dipinti, ceramiche, arredi d’alto antiquariato, arazzi, ecc. - ma anche per l’intenso programma di eventi che durante la stagione estiva animano il fascinoso sito, dotato di servizi museali di primo livello.


Dal 13 luglio al 30 settembre 2013, la Fondazione Famiglia Terruzzi-Villa Regina Margherita ospiterà una mostra spettacolare
per tema, opere e ambientazione: Pour le plaisir des yeux.



 
continua

.::  ::. 18/06/2013
ART NIGHT VENEZIA - SUL CASO AI WEIWEI E SULLA CINA CONTEMPORANEA'ZUECCA PROJECT SPACE' PROPONE: CONVERSAZIONE CON BARNABY MARTIN, autore di 'HANGIN MAN: THE ARREST OF AI WEIWEI'

Zuecca Project Space partecipa a 'Art Night Venezia' con un incontro-conversazione, aperto al pubblico, con Barnaby Martin.

Il giornalista che ha intervistato Ai Weiwei subito dopo la sua prigionia,
autore del libro 'Hanging Man: The Arrest of Ai Weiwei' parla dei rapporti tra arte, regime politico e società nella Cina contemporanea.



Zuecca Project Space, Giudecca - sabato 22 giugno ore 18.30

L’incontro-conversazione con Barnaby Martin, noto giornalista anglosassone che è riuscito a intervistare l’artista cinese Ai Weiwei
dopo il rilascio dagli 81 giorni d’illegittima prigionia (avvenuta agli inizi del 2011), sarà l’evento con cui Zuecca Projet Space parteciperà alla prossima 'Art Night Venezia'  in programma sabato 22 giugno, promossa dall’Università Ca’Foscari con il coinvolgimento della gran parte delle istituzioni culturali della città lagunare.

Ad Ai Weiwei infatti – la cui fama internazionale sul piano artistico (ricordiamo la spettacolare Sunflower Seed esposta alla Tate Modern nel 2010) è pari ormai a quella per la contestazione civile e politica nei confronti del Governo Cinese - Zuecca Project Spece, in collaborazione con la Lisson Gallery, dedica fino al 15 settembre 2013 una personale di grandissimo impatto emotivo su due sedi: Ai Weiwei – Disposition, evento collaterale della 55. Biennale Internazionale d’Arte.
Alla Giudecca (nel complesso delle Zitelle) è esposta una versione riveduta site specific di Straight, acclamata installazione realizzata con grandi barre d’armatura, recuperate nelle scuole crollate durante il terremoto di Sichuan nel 2008 (oltre 5000 vittime tra i giovanissimi studenti); mentre  negli spazi scenografici della Chiesa di Sant'Antonin alle Zattere(Fondamenta Sant'Antonin, Castello) l’artista ha rievocato, in uno struggente dialogo con l’architettura sacra, l’esperienza della sua detenzione con un nuovo, coraggioso lavoro.



 
continua

.::  ::. 10/06/2013
La Fondazione Ermitage Italia da ottobre avrà sede a Venezia

Venezia si arricchisce a livello culturale di un’altra straordinaria presenza: dal prossimo mese di ottobre, infatti, la fondazione Ermitage Italia, dopo cinque anni di permanenza a Ferrara, troverà posto in uno dei luoghi più prestigiosi della nostra città, in piazza San Marco, negli uffici delle Procuratie vecchie già sede  delle Generali. A darne l’annuncio ufficiale, questa mattina, è stato il sindaco di Venezia, Giorgio Orsoni, nella conferenza stampa, tenutasi a Ca’ Farsetti, a cui hanno preso parte, tra gli altri, il sottosegretario di Stato all'Economia e alle Finanze, Pierpaolo Baretta, il direttore generale del Museo statale Ermitage, Michail Piotrovsky,  il sindaco di Ferrara, Tiziano Tagliani, il conservatore della pittura veneta del Museo statale Ermitage e direttore della Fondazione Ermitage Italia, Irina Artemieva, il segretario generale della Fondazione Ermitage Italia, Maurizio Cecconi.



 
continua

.:: (c) Fausto Giaccone ::. 15/02/2013
16/2: GLI SCATTI DI FAUSTO GIACCONE PER 'CAVALLINO-TREPORTI FOTOGRAFIA 2012' - PRESENTAZIONE DEL REPORTAGE 'VOLTI DI CAVALLINO TREPORTI'

Sabato 16 febbraio ore 11.00
Ca’Savio – Sala Consiliare
Municipio di Ca’ Savio



La fotografia torna ad essere protagonista indiscussa a Cavallino-Treporti con la quarta edizione del progetto – avviato nel 2009 dal Comune – Cavallino-Treporti Fotografia.
Quest’anno l’indagine e la rilettura attraverso l’obiettivo della macchina fotografica di questo straordinario territorio – una lingua di terra dalla storia secolare che si affaccia sulla laguna veneziana e si specchia sul mare Adriatico- sono state affidate all’occhio esperto di Fausto Giaccone che ha 'svelato' la sua personale visione della città.


Un progetto quello di Cavallino-Treporti Fotografia - ideato e organizzato da Villaggio Globale International e nato su espressa volontà del Comune del litorale veneziano, con il patrocinio della Regione Veneto e della Provincia di Venezia e il fondamentale sostegno della Vittorio Vianello Spa e che per il 2012 gode della collaborazione di Heads Collective, Edifir e del Circolo Fotografico 200iso – che ogni anno ha proposto in maniera sempre diversa la 'rilettura' del territorio attraverso l’originalità, la sensibilità, la verve artistica di fotografi di fama internazionale indiscussa.



 
continua

.::  ::. 28/01/2013
LA FONDAZIONE MUSEI CIVICI DI VENEZIA PRESENTA IL PROGRAMMA 2013, TRA GRANDI MOSTRE E NUOVI PERCORSI MUSEALI

E' stato presentato oggi alla stampa nel Salone da Ballo del Museo Correr, dal Sindaco di Venezia Giorgio Orsoni (e vicepresidente della Fondazione) e dal Direttore Gabriella Belli, che lo ha messo a punto con i curatori e responsabili delle sedi museali e il Consiglio di Amministrazione presieduto da Walter Hartsarich, il densissimo programma della Fondazione Musei Civici di Venezia per il 2013.


Chiare le linee guida: continuità nella strategia intrapresa lo scorso anno, qualità delle proposte con grandi prestiti da tutto il mondo, ricerca scientifica, sviluppo delle conoscenze e valorizzazione dell’immenso patrimonio civico, collaborazioni internazionali, coinvolgimento di grandi personalità del mondo dell’arte e della cultura – da Guy Cogeval a Germano Celant, da Cornelia Lauf a Giorgio Verzotti, da Cesare De Seta a Pierluigi Pizzi - restauro, recupero e valorizzazione dei beni monumentali con ampliamenti, interventi conservativi e restyling dei percorsi museali (a Ca’ Pesaro e a Palazzo Mocenigo in primis); e ancora didattica e formazione, accordi e sinergie con enti e istituzioni lagunari e tante occasioni per incontrare il pubblico e i veneziani.


Un palinsesto ricco con ben 32 eventi tra Mostre Temporanee e Grandi mostre (19), esposizioni basate sulle raccolte civiche per il ciclo Tesori ritrovati (9) e inaugurazioni di nuovi percorsi e nuclei espositivi delle collezioni permanenti (4).


Da Manet ad Anthony Caro, da Tàpies ad Agatha Ruiz de la Prada, dalle trenta opere della collezione Sonnabend di New York che andranno ad arricchire il percorso permanente di Ca’ Pesaro alla The Panza Collection, dall’Immagine della città europea dal Rinascimento al Secolo dei Lumi agli splendidi vetri di Seguso o il Bestiario contemporaneo. E molto altro ancora.



 
continua

.::  ::. 14/06/2012
MOSTRA EVENTO: 'IL TIZIANO MAI VISTO. LA FUGA IN EGITTO E LA GRANDE PITTURA VENETA'

Venezia, Gallerie dell'Accademia
dal 29 agosto al 2 dicembre 2012



Promossa dalla Soprintendenza per il Patrimonio storico, artistico e etnoantropologico e per il Polo museale della città di Venezia e comuni della Gronda lagunare, dal Museo Statale Ermitage, dalla Città di Venezia e dalla
Fondazione Musei Civici di Venezia, con la collaborazione della National Gallery di Londra e della Fondazione Ermitage Italia, curata da Giuseppe Pavanello e Irina Artemieva e
prodotta da Venezia Accademia e Villaggio Globale International, l’esposizione ruota intorno all’eccezionale arrivo a Venezia, dopo 12 anni di restauri da parte del Museo Statale Ermitage
e 250 anni circa dal suo arrivo a San Pietroburgo, dell’imponente opera La Fuga in Egitto, che può considerarsi il primo capolavoro di grandi dimensioni di Tiziano (realizzata nel formato del telero veneziano )
più grandioso 'paesaggio' delle pittura veneziana del Cinquecento e probabilmente di tutta l’arte italiana del tempo.

L’opera che ha rivelato importanti novità grazie al restauro e che segna la 'scoperta della natura' da parte di Tiziano, esposta subito dopo il restauro alla National Gallery di Londra,
giungerà a Venezia, grazie ad un accordo internazionale, direttamente dall’Inghilterra per poi tornare a San Pietroburgo, da dove, hanno già annunciato, non potrà più allontanarsi.

Accanto alla Fuga, opere di Bellini, Giorgione, Tiziano, Cima da Conegliano, Sebastiano del Piombo, Dürer, Bosch ecc. per raccontare la rivoluzione della sguardo sulla natura
e del rapporto in pittura tra figura e paesaggio, tra le fine del Quattrocento e gli inizi del Cinquecento (catalogo Marsilio).

Conferenza stampa di presentazione:
mercoledì 20 giugno ore 12.00
Circolo della Stampa, Corso Venezia 48, Milano





 
continua

.::  ::. 11/05/2012
SGUARDI SUL NOVECENTO. COLLEZIONISMO PRIVATO TRA GUSTO E TENDENZA

Bordighera, Villa Regina Margherita
27 giugno - 30 settembre 2012



Sarà dedicata all’arte del Novecento e al collezionismo privato degli ultimi cinquant’anni la mostra che la Fondazione Famiglia Terruzzi-Villa Regina Margherita (costituita da Famiglia Terruzzi, Comune di Bordighera, Provincia di Imperia e Regione Liguria) realizzerà a fine giugno nel borgo ligure di Bordighera, a pochi passi dalla Francia, nella splendida Villa Regina Margherita.


'Sguardi sul Novecento'  proporrà una vasta carrellata sulle opere degli artisti italiani del secolo scorso – dagli anni Venti agli inizi degli anni Sessanta -selezionati alla luce dei gusti e delle tendenze del più importante collezionismo privato italiano.

Accanto a un nucleo significativo di opere del XX secolo concesse dalla Collezione Terruzzi, saranno dunque esposti lavori di grandi artisti che hanno segnato l’arte del Novecento - Severini, De Chirico, Casorati, Morandi, Fontana, Martini, Manzù e molti altri - prestati in via eccezionale da altre, importanti collezioni private e in molti casi mai esposti prima d’ora.

Non solo, ma grazie a una selezione di documenti e foto storiche, la mostra farà rivivere anche il clima e il fervore artistico del tempo e il rapporto tra gli artisti e il mercato dell’arte (Catalogo Skira).



 
continua

.::  ::. 19/03/2012
FORTE MONTE RICCO: PRESENTAZIONE DELL'IMPORTANTE PROGETTO DI RECUPERO FUNZIONALE

Il recupero di Forte Monte Ricco: la porta di accesso alla montagna, al Cadore e alla sua storia, tra multimedialità e tradizione

Presentazione del progetto: lunedì 19 marzo, ore 17.00
Pieve di Cadore, Auditorium PALAZZO COS.MO




Il restauro e il recupero di forte Monte Ricco segnano una grande opportunità per Pieve e per tutto il Cadore.

La collaborazione attivata tra istituzioni pubbliche e private ha rappresentato l’occasione non solo per l’attento restauro conservativo dell’edificio ma anche per la definizione della suo destino funzionale, della sua fruibilità e del ruolo focale nel rilancio culturale e turistico di Pieve e del comprensorio, tra memoria del passato, vivibilità e conoscenza del territorio, in un ottica innovativa e all’avanguardia di documentazione, fascinazione, servizi e multimedialità.

Il progetto architettonico e funzionale di quella che sarà un’inedita e monumentale 'porta d’accesso' alla montagna, al Cadore e alla sua storia, verrà presentato lunedì 19 marzo alle ore 17.00. presso l’Auditorium PALAZZO COS.MO.
Interverranno oltre al Sindaco di Pieve di Cadore Maria Antonia Ciotti e all’Assessore alla Cultura Giovanna Coletti, anche i tecnici che stanno elaborando i progetti – l’architetto Girardini e Villaggio Globale International – e il Direttore di Candidatura di Venezia e Nord Est Capitale Europea della Cultura 2019 Maurizio Cecconi.



 
continua

.::  ::. 16/03/2012
DOMENIS PRESENTA 'AMARO', VENTI DIVERSE ESSENZE PER UN LIQUORE DI CLASSE CHE ARRICCHISCE LA GAMMA DEI PRODOTTI DOMENIS 'ALTERNATIVI ALLA GRAPPA

Dalla ricerca Domenis nasce AMARO.
Liquore raffinato dal gusto intenso che conferma, in un prodotto alternativo alla grappa, la grande qualità della distilleria di Cividale del Friuli.


Da provare al Vinitaly 2012
Verona dal 25 al 28 marzo, PADIGLIONE 6, STAND B7




A fine del 2011 Domenis ha sorpreso tutti con un’edizione speciale e numerata di Storica 10 Riserva: eccellenza e ricercatezza insieme.
Ora, mentre continua a incantare gli amanti della grappa con i suoi 'must' unici per qualità  e aroma -  Secolo, Storica Nera, Blanc & Neri e Futura - Domenis si diverte ad
arricchire la gamma dei suoi prodotti 'alternativi' con un intrigante liquore, di gran classe: amaro

Frutto dell’infusione e sapiente distillazione di venti diverse essenze, estratte da frutta, fiori e radici, il nuovo nato in casa Domenis
è un liquore intenso ed estremamente gradevole, con una gradazione alcolica di ben 35°, ma di facile degustazione:
da bere liscio, per distinguere ciascuna delle essenze da cui è ricavato, oppure ghiacciato per apprezzarne l’amalgama precisa e persistente.

Non un semplice amaro, ma un liquore ricercato che ripropone tutta la qualità dell’antica distilleria di Cividale del Friuli.

La stessa etichetta di Amaro, disegnata dallo Studio Cheste, che ha seguito in questi due anni il restyling dell’immagine grafica dell’azienda e dei prodotti Domenis,
è una chiara espressione della continuità nel richiamo all’arte distillatoria e della novità, quasi di un sotteso divertissement, nei tanti colori che rappresentano i diversi sentori e le essenze
riuniti in un bouquet esclusivo.



COMUNICATO AMARO DOMENIS (PDF file)
 
continua